Archive Page 2

AGIRE CONTRO LA DISUGUAGLIANZA.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CONTRO LA DISUGUAGLIANZA. Un manifesto di AG.I.R.E. La disuguaglianza è il problema fondamentale del nostro paese e del nostro tempo. Il formidabile spostamento di reddito negli ultimi trent’anni dai salari ai profitti e alle rendite, dal lavoro al capitale, è la causa delle difficoltà politiche, del malessere sociale e del disagio economico attuali. Il risultato è una società divisa tra ‘perdenti’ e ‘vincenti’: da un lato classi medie, operai e impiegati, dall’altro la ristretta schiera di dirigenti, manager e professionisti. La crescita delle disuguaglianze mette a repentaglio la tenuta della nostra società e la stessa economia, avvitata ormai da tempo in una fase di stagnazione. Invertire la rotta prima del baratro è ancora possibile. Questo libro non solo ci spiega come ma ci invita a unirci alla lotta per un cambiamento reale in nome della democrazia e della giustizia.

AVERE BUONE SCUOLE
Son contro l’uguaglianza precisata
che esiste inventariata blaterando
un minimo ed un massimo perverso
da crescere e calare giustamente.

Avere buone scuole universali
praticate da tutti e ben formate
è occorrenza per vivere nel meglio
che bisogna in Italia praticare.

Con gli studi e gli asili obbligatori
e con le università pei più dotati
verrebbe migliorato e assicurato
l’esistere complesso praticato.
14novembre 2018

IL RAZZISMO PRIMA DEL RAZZISMO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IL RAZZISMO PRIMA DEL RAZZISMO di Hannah Arendt. Gennaio 1944: in Europa infuria la Seconda Guerra Mondiale quando viene pubblicato questo saggio in cui Arendt riflette sulle tappe che hanno portato all’ideologia razzista del Terzo Reich. Figli di quello stesso Illuminismo a cui dobbiamo la «Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo», i semi del pensiero razzista trovarono terreno fertile in alcuni aristocratici francesi preoccupati, all’indomani della Rivoluzione, di individuare i motivi storici della loro superiorità sulle masse del Terzo Stato. Il quadro si allarga poi alla Gran Bretagna e alla Prussia fino al «Saggio sulla disuguaglianza delle razze umane» del conte di Gobineau. L’affermarsi della superiorità dell’individuo, una lettura distorta del darwinismo e la politica imperialista delle potenze europee fra Otto e Novecento sono gli altri tasselli che la Arendt compone per spiegare il pensiero razzista.

IL RAZZISMO
Le donne che fan gli uomini disastro
non richiedente aiuto mai donato
inventare la vita è un putiferio
che rivolta all’indietro l’oltre andare.

Il razzismo è una scelta malandata
che premura l’inverso discrepante
evitando gli inserti preformati
scegliendo l’incontrario deformante.

Ripescare i pensieri mare vita
disavanza l’inoltro e lo sprofonda
diffondendo l’inverso sbertucciato
nella mente con rabbia dileggiato.
13 novembre 2018

GLI ABUSI DELLA MEMORIA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GLI ABUSI DELLA MEMORIA di TZVETAN TODOROV. Dalla fine del Novecento a oggi, gli europei appaiono ossessionati dal culto della memoria. Ci si sforza perché non venga mai meno il ricordo. Ma che senso ha il suo uso senza uno spirito critico e una rielaborazione che ci consenta di individuare le sempre nuove forme di razzismo, di xenofobia e di esclusione? Risponde il grande storico, antropologo e saggista Todorov in questo scritto provocatorio, che è soprattutto testimonianza morale. Il ricordo è una mera celebrazione, solo un conteggio e una spartizione delle vittime, oppure l’autentica comprensione e l’impegno per non commettere altri errori

LA SIRENA
Il dovere di vivere nel meglio
senza sapere come perché quanto
nell’immaginazione che s’imballa
io cerco un pochettino a barbicare.

Cambiare ricambiare dislocare
converte conoscenza erudizione
nell’ignoranza da proliferare
avanzando nell’oltre da ingaggiare.

La Sirena che canta inesistente
rimemora le donne dismagate
nel femminismo strampalato avulso
che continua purtroppo a vivacchiare.
13 novembre 2018


Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 132 follower

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.