Archivio per dicembre 2013

Convogliare il futuro forse come

Ho letto: “La fine di un mito – Destra sinistra e nuova civiltà” di Sabino Acquaviva. “Nell’ambito di una nuova civiltà che annuncia il futuro, il significato della parola “politica” cambia in maniera sostanziale. I politici amministrano, distruggono, fanno le guerre, ma non inventano il futuro. Il progetto globale, che costruisce la società di domani, è il risultato di una serie di microprogetti che si sviluppano in gran parte fuori della politica. …Diventa illogico continuare a parlare di destra e sinistra. Anche perché mutano (in parte) i luoghi del potere reale, nell’apparenza di una staticità del sistema.”

  • Convogliare il futuro forse come
  • non bisogna pensare ma aspettare
  • il parere degli altri conducenti
  • nel treno della vita che continua.

Per continuare a esistere bisogna

Ho letto con qualche sbalzo: “La fabbrica dell’obbedienza – Il lato oscuro e complice degli italiani” di Ermanno Rea. “Servili, bugiardi, fragili, opportunisti: il mondo continua a osservarci stupito e a chiedersi donde provengano, negli italiani, tante riprovevoli inclinazioni e tanta superficialità etica. In questo suo libro, sciolto e affabulatorio nella forma quanto ruvido e penetrante nella sostanza, Ermanno Rea ci trasporta indietro nel tempo alla ricerca delle origini stesse della “malattia”, del suo primo zampillare all’ombra di quel Sant’Uffizio che, nel cuore del secolo XVI, trasformò il cittadino consapevole appena abbozzato dall’Umanesimo in suddito perennemente consenziente nei confronti di santa romana Chiesa”.

  • Per continuare a esistere bisogna
  • dimenticare tutto e ripartire
  • come se niente prima fosse stato.
  • Tutto il bene del male ricordare.

Andare avanti adagio con pazienza

Ho letto molto scorrendo: “La scommessa della decrescita” di Serge Latouche.” Il termine “decrescita” suona come una scommessa o una provocazione, nonostante la generale consapevolezza dell’incompatibilità di una crescita infinita in un pianeta dalle risorse limitate. L’oggetto di questo libro è incentrato sulla necessità di un cambiamento radicale.”.

  • Andare avanti adagio con pazienza
  • nel nuovo mal concluso da scoprire
  • rovesciando il disguido che l’inebria
  • nel cielo controverso da inventare.

Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 83 follower

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.