Archivio per febbraio 2011

Il fattore R

Ho letto “Il fattore R – conversazione con Pierluigi Battista” di Alberto Ronchey. “In fondo io cerco di giocare un grande gioco per distrarmi lavorando….L’opinione vera, espressa con rigore e con eleganza, è la mia evasione e il mio centro insieme.”

  • Distaccarsi dal troppo per giocare
  • la paura del dopo tra le stelle
  • che nel cielo si accendono e si spengono.
  • .
  • Stravedere guardare mai tacere
  • stare insieme da soli pioggia e vento
  • camminare all’indietro avanti andando
  • giocare coi dipinti e con le statue
  • allargare le pieghe a sogni e storie.

Dai sempre speranza

Ho letto “Dai sempre speranza – I pazienti che hanno cambiato la mia vita” di Virgilio Sacchini. “Ognuno di noi è diverso, anche nella malattia. Nessuna cura potrà mai diventare universalmente valida. E, questo, un medico non dovrebbe mai dimenticarlo.”

  • La verità del meglio meno peggio
  • bisogna con pazienza districare
  • dall’ignoto del troppo brutto male
  • i fuggenti nel falso sopportando
  • per trovare nell’oltre le ragioni
  • della cura di un altro che le abita.
  • .
  • La scienza medicina si arrovella
  • nel tutto giusto retto via dai dubbi.
  • Sul prato tra le foglie morte l’erba
  • verdissima continuo a calpestare.

I Promessi Sposi e Bonvesin de la Riva

  • A letto malata, ho letto i Promessi Sposi in due giorni, quando avevo dieci anni, saltando tutte le descrizioni.
  • Da italiana sono grata al Manzoni di aver lavato i panni in Arno: le sue lingue naturali erano il francese e il milanese.
  • Da milanese, amante di Bonvesin de la Riva, la sua lingua innaturale mi irrita.
  • L’opera maggiore, di Bonvesin de la Riva, è il “Libro delle Tre Scritture” (1274 ca.), poemetto in quartine in milanese, opera fondamentale per lo studio della lingua letteraria comune della Lombardia, intesa nei suoi confini storici, coincidenti con quelli dell’intera valle del Po. Il componimento è diviso in tre parti, diverse per stile e atmosfera, in cui sono raffigurati l’Inferno, la Passione di Cristo e il Paradiso. Evidente l’anticipazione del poema dantesco, cui l’abilità lessicale e retorica di Bonvesin da la Riva rimanda grazie all’attento utilizzo della lingua. L’opera è una sorta di sceneggiatura dell’aldilà, di notevole valore storico e di forte suggestione poetica.

Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 80 follower

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.