Archivio per ottobre 2015

La nuova rivoluzione delle macchine

Ho letto accelerando il finale: “La nuova rivoluzione delle macchine” di Erik Brynjolfsson e Andrew Mcafee. “La rivoluzione industriale ha dato luogo alla più rapida e ripida crescita (di popolazione, di reddito, di produttività) della storia. In due secoli ha cambiato il volto del pianeta e la vita degli uomini, portando ricchezza e nuove possibilità, ma anche sfruttamento, inquinamento, impoverimento e distruzione di molti stili di vita tradizionali. In questo libro, gli economisti del MIT Brynjolfsson e McAfee sostengono che è arrivato il momento per una nuova rivoluzione, che questa volta non meccanizzerà il lavoro manuale, ma quello mentale. Mentre le macchine che si guidano da sole di Google macinano migliaia di chilometri per le strade della California e in ogni tasca c’è quello che dieci anni fa sarebbe stato un supercomputer, si comincia a intravedere dove può portare la convergenza digitale di hardware sempre più veloci e meno costosi e software sempre più sofisticati e adattabili: a un mondo in cui, semplicemente, molti lavori di concetto non esisteranno più, perché saranno svolti dai computer; in cui avremo accesso a un’abbondanza mai vista prima di tecnologie che ci aiuteranno in ogni ambito della nostra vita; in cui molto del nostro modello economico, e modo di vivere, sarà antico, superato, distrutto. Lavorando a partire da decenni di ricerca originale, Brynjolfsson e McAfee mostrano come siamo ormai arrivati al punto di svolta, e soprattutto offrono molte idee per affrontare questo cambiamento epocale, senza rimanere schiacciati dalla sua velocità e ampiezza.”

  • Le invenzioni contrasti disunioni
  • le voglie di prebende confusione
  • gli inviti le finzioni le assunzioni
  • i rapporti linguaggi stratosfera.

Canada

Ho scorso sempre più rapidamente interrompendomi ai trequarti il disperato: “Canada” di Richard Ford. “Dell Parsons, quindicenne appassionato di scacchi e di libri sulle api, vive con il padre Bev, veterano dell’aeronautica, la madre Geneva, detta Neeva, insegnante, e la gemella Berner. Una famiglia apparentemente normale ma “destinata alla corruzione e al disastro”. Un destino già scritto nel matrimonio tra Bev e Neeva, due persone che si trovano nel posto sbagliato, incapaci di uscire dalla situazione che loro stessi hanno creato, e che commettono il più grande errore della loro vita decidendo di rapinare una banca. Ford delinea con precisione i personaggi, ponendo in contrasto l’ordinarietà delle loro vite con le azioni che li condurranno alla rovina. La narrazione, ricca e dettagliata, è punteggiata da pause frequenti durante le quali l’io narrante, con la saggezza di un Dell ormai sessantenne, commenta il triste destino della sua famiglia. Come il protagonista, anche l’autore è affascinato dalla “capacità che una condotta normale ha di esistere accanto al suo contrario”

  • Fare del proprio meglio contro il peggio
  • evitando le gare scorribande
  • aiutare convincersi istradare
  • nell’animo il profondo da salvare.

La nobile tradizione del dissenso

Ho letto: “La nobile tradizione del dissenso” di Susan Sontag e Kenzaburo Oe. “Consapevoli di tutte le trappole che si celano in ogni tentativo di intrattenere in pubblico una conversazione sincera, Susan Sontag e Kenzaburo Oe raccolgono la sfida. E sulla soglia del nuovo millennio (tra l’aprile e il luglio del 1999) si scambiano lettere dense e appassionate in cui discutono di guerre giuste e ingiuste, di dolore e dignità, di democrazia e nazionalismo, di romanzo e responsabilità morale, e della nobile tradizione del dissenso che li accomuna, in quanto membri di quella “comunità immaginata” avversa a ogni confine che è la letteratura.”

  • Andare avanti e indietro scombinare
  • l’ingorgo presuntuoso ammanettato
  • dai limiti degli altri dissipati
  • nell’aria nuvolosa cielo e terra.

Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 80 follower

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.