Archivio per marzo 2016

Buoni si nasce, soggetti etici si diventa

Ho letto sempre più scorrendo: “Buoni si nasce, soggetti etici si diventa” di Maria Felice Pacitto. “L’autrice entra nel vivo della questione etica che è di estrema attualità e al centro del dibattito filosofico e scientifico contemporaneo, diviso tra l’adesione ad una concezione più tradizionale della questione morale e quella, tipica dell’approccio delle scienze, che tende a “naturalizzare” la morale. Dopo avere stabilito una linea di demarcazione tra le caratteristiche della indagine filosofica e di quella scientifica rispetto al tema complesso dell’etica, sia in termini di metodo che di obiettivi, fa un breve excursus sulle teorie etiche sviluppate dal pensiero occidentale e su quelle più significative alla luce delle conoscenze attuali sul funzionamento della mente umana. Si sofferma, poi, ad analizzare l’apporto della psicanalisi (“gli strumenti analitici possono renderci più buoni?”), di alcune teorie psicologiche e della ricerca sul campo. Passa poi ad esporre i prerequisiti e le sottodimensioni del comportamento etico, cioè individua ed esamina quali siano i processi e quelle strutture psichiche necessarie perché si sviluppi una mente etica. Sottolinea anche i tratti caratteriali e le dimensioni emotive che possono essere considerati “i guardiani della moralità” e, invece, quelle emozioni tossiche, quei “piccoli vizi quotidiani” che la minacciano. D’obbligo sono i riferimenti agli orientamenti più significativi della ricerca psicologica contemporanea. “Esiste una base biologica della moralità?”, ecc. Il tutto viene sviluppato nella prospettiva di un costante dialogo tra discipline diverse e di confine (filosofia, psicologia, neuroscienze)”.

  • Sono contro la guerra e le battaglie
  • per la collaborazione avanti e indietro
  • aiutare per essere aiutati
  • con calma il dopo e il prima calcolando.

L’indicibile tenerezza

Ho letto con qualche salto: “L’indicibile tenerezza – In cammino con Simone Weil” di Eugenio Borgna. “Eugenio Borgna ha trascorso molto della sua vita in dialogo con gli scritti di Simone Weil, che hanno saputo offrirgli infinite suggestioni per il suo cammino di medico e psichiatra, impegnato nell’ascolto e nella condivisione della sofferenza e della speranza. Eugenio Borgna rievoca gli anni di formazione di Simone, l’appartenenza alla colta borghesia ebraica della capitale francese, la vicinanza ad alcuni grandi irregolari della cultura del tempo. Mette al centro di questa sua rivisitazione il momento drammatico in cui Simone decide di andare a lavorare in fabbrica con l’idea di condividere la sofferenza degli ultimi in un estremo esperimento con se stessa e con le proprie forze. E indaga in Simone Weil il costante, misterioso intreccio tra una bruciante sensibilità che la avvicina alle grandi figure della mistica e della poesia femminile come Teresa di Lisieux, Etty Hillesum, Madre Teresa di Calcutta, e un impegno politico senza riserve, che la porta alla volontà di partecipare alla guerra civile spagnola e più tardi alla Resistenza francese, morendo a Londra stremata dalla malattia e dalla solitudine.”

  • Quello che è stato è stato e non si cambia
  • ma diventa diverso nel ricordo
  • del bene troppo male mala sorte
  • da rivivere meglio ammaestrato.

Poesie per Giovanni

Ho riletto le “Poesie per Giovanni” che riporta le poesie che scrissi, a settantanove anni, dopo che mi riuscì di ospitare Giovanni Mingrino a pranzo. Si tratta di una poesia al giorno per quasi dieci mesi. Giovanni, mettendo insieme le poesie in sette parti con introduzione e commento, lo fece diventare un viaggio femminile nella magna Grecia. Il libro ha la prefazione del professore Roberto Radice, insegnante di filosofia classica all’Università Cattolica.

  • Perché non deve la parola avere
  • ogni giorno una sbocco poesia?

Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 83 follower

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.