Archivio per novembre 2014

Istruzioni per rendersi felici

Ho letto: “Istruzioni per rendersi felici” di Armando Massarenti. “Forse ha ragione Blaise Pascal quando scrive che «tutta l’infelicità degli uomini proviene da una cosa sola: dal non saper restare tranquilli in una camera». Ma la felicità non dipende soltanto dalla nostra capacità di riflettere e meditare in solitudine, benché questo sia un ingrediente fondamentale. La socialità, l’altruismo, i legami d’amore e di amicizia contano altrettanto. La conquista della felicità è il nostro chiodo fisso, inutile negarlo. Solo che, come per un sortilegio, pare che siamo irresistibilmente orientati a cercarla dove non c’è. Armando Massarenti suggerisce una via per trovare, ognuno con i propri mezzi, l’equilibrio necessario. La scommessa di questo libro è mostrare che una formula, neppure tanto complicata, ce l’avevano proposta i filosofi antichi, elaborando massime ed esercizi pratici che disegnavano stili di vita improntati alla saggezza e al buon vivere. E l’efficacia di tale formula è oggi confermata dagli esperimenti e dalle nuove scoperte di neuroscienziati e psicologi morali: da qui la proposta di tornare ad attingere a una fonte che i secoli non hanno affatto inaridito. Così, dall’eros all’amicizia, dalla politica alla conoscenza, dalla bellezza alla morale, Platone e Aristotele, Eraclito e Democrito, Epitteto e Marco Aurelio, Epicuro e Lucrezio, Seneca e Cicerone ci insegnano ad abbandonare le vie sbagliate e gli errori più comuni per trasformarci in fortunati cercatori di felicità.

  • Avere i propri limiti e aspettare
  • non pretendere troppo all’improvviso
  • con l’aiuto degli altri andare avanti
  • coi tempi con i modi propri e altrui.

Per Beppi mio fratello

  • La grande confusione
  • La grande confusione ci assediava
  • della guerra civile mal risolta
  • dell’andare via male tutti quanti
  • cercando di capir se stessi e gli altri.
  • .
  • Seguire il mal proposto che accadeva
  • tra le invidie le usanze i malaffari
  • le passioni del bello incomprensibile
  • la giustizia ignorata da inventare.
  • .
  • Beppi che m’hai salvata per amore
  • legato il meno peggio senza dubbi
  • accettando per tutti il male andare
  • al meglio nel possibile vivendo.
  • .
  • La vita ha tanti lati
  • Per quelli che son vivi al mondo nuovo
  • io cerco di pensare senza logica
  • accalappiando il meglio nel possibile
  • come faceva Beppi mio fratello.
  • .
  • Dare il pane ai piccioni è una follia
  • che io pratico ogni mattina senza senso
  • m’è successo per sbaglio d’iniziare
  • pensando agli uccellini mal facendo.
  • .
  • La vita ha tanti lati incomprensibili
  • che occorre sopportare e supportare
  • l’assurdo dei volatili che ignoro
  • mi ricorda che devo posso voglio.
  • .
  • Consumare sempre meno
  • Bisogna consumare sempre meno
  • e pensare al passato comprendendo
  • la vita da rifare è la speranza
  • dell’Europa in comune condivisa.
  • .
  • Beppi che sei mancato con buon animo
  • cercavi di aggiustare il tutto al meglio
  • coi difetti le rabbie e le passioni
  • che subivi incompreso rassegnato.
  • ..
  • Il mio vivere folle hai supportato
  • accettandomi sempre con amore
  • cercando di capire il bene e il male
  • che assediava con me tanti altri insieme.

Conversazioni su Dio e sull’uomo

Ho letto: “Conversazioni su Dio e sull’uomo” di Zygmunt Bauman e Stanislaw Obirek. “«Non sapremo mai se Dio c’è o meno, ma il nostro essere uomini consiste proprio nell’impossibilità di giungere a quel sapere e nella necessità di vivere senza di esso, e per di più con la consapevolezza della sua assenza. La differenza è che tu, Stanisław, sei tormentato dal desiderio di giustificarti di quella imperfezione e io invece la tratto non solo come inevitabile, ma anche come la condizione più decorosa per un uomo onesto.»

  • Molte cose si sanno e si ripetono
  • s’imparano leggendo cose nuove
  • consigliate dagli altri con amore
  • passione del ricevere e cambiare.

Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 82 follower

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.