Archivio per febbraio 2014

Tra i garbugli e i subbugli con gli abbagli

Ho leggiucchiato con fatica “Psicopatici al potere – Viaggio nel cuore oscuro dell’ambizione” di Jon Ronson. “Alcuni accademici hanno ricevuto un pacchetto con un libro misterioso e una serie di strani messaggi. Per Jon Ronson, giornalista esperto di squilibrati e lunatici, contattato per investigare sulla vicenda, è un invito a nozze. Nel suo viaggio, condotto sul confine labile tra normalità e psicopatia, Ronson incontrerà criminal profilers, un manager americano celebre per essere uno dei più spietati tagliatori di teste, l’ex comandante degli squadroni della morte di Haiti, un famoso psicologo e un agente dei servizi segreti inglesi diventato cospirazionista nonché messia autoproclamato. E scoprirà non solo che il mondo a quanto pare è governato da una manciata di psicopatici travestiti da carismatici leader, ma che quel confine è una definizione di comodo, uno strumento nelle mani del potente e ricchissimo “business della follia”.

  • Tra i garbugli e i subbugli con gli abbagli
  • male onesti e continui
  • della crisi che intride affaticando
  • ogni sforzo e parola
  • tutti i giorni ogni ora e tutti i mesi
  • da moltissimi anni,
  • mentre un gelido inverno ci ricopre
  • di fuliggine e neve.

La morte non si salva

  • Diventai poetessa nel 1953 per l’Italia che aveva perduto la speranza e per Marino che molto l’Italia amava. Ricordo di aver parlato all’epoca della speranza perduta con il pittore Tomiolo e altri amici. Le elezioni del 1948 ci precipitarono nella guerra fredda con il partito comunista più forte dell’Occidente. Nel 1951 il socialista Nenni prese a Mosca il premio Stalin della pace. Nel 1953 il democristiano De Gasperi non fu ricevuto in Vaticano, perché non era baciapile.
  • Il 6 maggio 1990 si votò in Italia per il rinnovo dei consigli regionali in quindici regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria, Veneto. Durante la campagna elettorale vi furono nove candidati che, in corsa per entrare nelle assemblee regionali di Campania e Calabria, vennero assassinati dalla malavita organizzata. (di Paolo Sensini)
  • Giovanni Trecroci (DC), ucciso dalla ’ndrangheta l’8 febbraio 1990 a Villa San Giovanni (RC), dove ricopriva la carica di vicesindaco.
  • Dionisio Crea (PSI), ucciso dalla ’ndrangheta il 17 febbraio 1990 a Fiumara di Muro (RC), dov’era di vicesindaco.
  • Pietro Princi (PSI), ucciso dalla ’ndrangheta il 13 marzo 1990 a Villa San Giovanni (RC), città nella quale era un architetto molto conosciuto.
  • Vincenzo Reitano (DC), consigliere comunale, ucciso dalla ’ndrangheta l’8 aprile 1990
  • Antonio Bubba Bello (DC), consigliere comunale, ucciso dalla ’ndrangheta il 22 aprile 1990 a Caraffa di Catanzaro.
  • Pasquale Carrozza (PSI), consigliere comunale, ucciso dalla camorra il 28 aprile 1990 a Maddaloni (CE).
  • Vincenzo Agrillo (PSDI), noto imprenditore di Pomigliano d’Arco (NA) che stava tentando il salto in politica, venne freddato dalla camorra il 30 aprile 1990.
  • Antonio Bonaiuto (DC), consigliere comunale, ucciso dalla camorra il 27 aprile 1990 a Ercolano (NA).
  • Antonio Stellitano, 31 anni, candidato in una lista civica, ucciso dalla ’ndrangheta il 2 maggio 1990 a Staiti, un piccolo centro di settecento abitanti in provincia di Reggio Calabria.
  • .
  • ……….la morte non si salva
  • se non quando la lega a sé la vita,
  • la vita che continua oltre le idee
  • portando nuove gemme di speranza
  • che fa tacere dentro le parole
  • e ritrovare il ritmo delle cose.
  • Ma tu sei sempre ancora Italia bella
  • e sempre è dolce dire patria mia.
  • 1954

Saper di non saper è un gran vantaggio

Ho letto molto scorrendo: ”La società dei maKERS – La creatiyità dal fai da te al Web 2.0” di David Gauntlettt. “Chi sono i makers e in che modo le loro attività contribuiscono a trasformare la nostra economia e la nostra società? Cosa lega l’artigianato e il Web 2.0 nel ventunesimo secolo? I tradizionali modelli educativi e le forme di intrattenimento come la televisione non convincono più, e le persone preferiscono fare da sé anche per quanto riguarda l’istruzione e il divertimento. In un percorso appassionante tra psicologia e politica, filosofia ed economia – in cui le idee di John Ruskin si collegano ai video di YouTube e quelle di William Morris all’etica della condivisione al tempo del Web 2.0 e di Wikipedia Gauntlett mostra come questo passaggio sia fondamentale per la felicità e la sopravvivenza stessa delle nostre società.”

  • Saper di non saper è un gran vantaggio
  • coltivare ignoranza è necessario
  • avere i propri limiti è fortuna
  • da valutare con amici saggi.

Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 83 follower

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.