Archivio per novembre 2015

Tutti comunicano, pochi si connettono

Ho letto : « Tutti comunicano, pochi si connettono » di John C. Maxwell. «John Maxwell – uno dei maggiori esperti di leadership del nostro tempo – mette qui il focus su un aspetto trascurato da molti aspiranti o pretesi “condottieri”: il modo in cui si relazionano alle persone che li circondano. Dai primi ministri ai presidenti ai manager, una gran parte di leader si chiude in una casta di inarrivabili lontana anni luce da coloro che governano e gestiscono. Questo è un grosso, anzi il maggiore errore che possano fare perché la leadership efficace è impossibile senza la connessione con le persone, in aziende, organizzazioni no profit, associazioni ed enti, istituzioni, nazioni, e anche in famiglia. Maxwell illustra ai lettori i “10 principi della connessione”, e le pratiche che devono diventare la regola per chiunque voglia essere seguito, ispirare gli altri e ottenere risultati concreti, tra cui: essere capaci di trovare un terreno comune per comunicare; semplificare il proprio messaggio; catturare l’interesse delle persone; essere autentici in tutte le proprie relazioni. Attraverso storie, aneddoti, esperienze personali – e con la grande capacità del suo autore di identificarsi con gli altri, indipendentemente dal loro rango e status, generando fiducia e gratitudine reciproche -, il libro dimostra che abili comunicatori in grado di connettersi non si nasce, si diventa: per parlare in pubblico, gestire team e trascinare gli altri.»

  • Bisogna stare insieme come uguali
  • aiutando e lasciandosi aiutare
  • nella diversità che ci arricchisce
  • coi reciprochi meriti sommando.

Per la scuola gemme di speranza

  • Gemme di speranza è il progetto didattico, che punta a far ragionare i ragazzi delle scuole sul tema della speranza. A tal fine la poetessa Oretta Dalle Ore, che ha dedicato a questo tema molta parte della sua produzione poetica, dona ai ragazzi un piccolo libro che contiene la sua prima poesia intitolata all’Italia e alcune poesie tratte dal ciclo sulla speranza. La poetessa raccomanda una lettura collettiva delle poesie e un commento ragionato guidato dagli insegnanti.
  • In un contesto di crisi economica e di sfrenato consumismo, di perdita del senso di identità e di estremismi violenti bisogna coltivare e nutrire il senso di speranza dei giovani verso un futuro migliore.
  • .
  • La vita che continua oltre le idee
  • Portando nuove gemme di speranza
  • Che fa tacere dentro le parole
  • E ritrovare il ritmo delle cose

La mente supera la medicina

Ho letto : « La mente supera la medicina » di Lissa Rankin. «In questo straordinario libro, l’esperto medico Lissa Ranking spiega esattamente in che modo pensieri ed emozioni insalubri possono trasformarsi in malattie e in che modo invece pensieri ed emozioni sani possono favorire l’autoguarigione del corpo. Ma c’è dell’altro. Esistono prove secondo cui i medici possono favorire la tua guarigione, non tanto per il trattamento che prescrivono, quando per l’autorità che attribuisci loro. Esistono prove secondo cui una bella sorpresa può giovare alla tua salute più dell’eliminazione delle sigarette, qualcosa che ritenevi assolutamente irrilevante per il tuo benessere può donarti sette anni di vita, una sola cosa divertente può ridurre drasticamente il numero di visite mediche di cui hai bisogno, un cambiamento positivo nel tuo atteggiamento può farti vivere dieci anni di più, un’abitudine lavorativa può accrescere il tuo rischio di morire, un’attività piacevole che forse non hai mai collegato alla salute può ridurre drasticamente i rischi di patologia cardiaca, infarto e cancro al seno. Questi sono solo alcuni dei fatti scientificamente verificabili che Lissa presenta in queste pagine e che stanno radicalmente cambiato il mondo della medicina convenzionale.”

  • Non son più sempre stanca e vivo meglio.
  • E’ stata una fortuna la cacciata
  • per me dall’ospedale, non per loro,
  • le malate che ancora mi domandano
  • dopo tre anni e mezzo di tornare
  • quando vado con fiori e cartoline
  • di tanto in tanto ancora a salutarle.
  • Una o l’altra ogni volta mi si aggrappa
  • “Resti qui, dottoressa, torni, torni.”
  • “M’hanno cacciata, non è più possibile.”
  • spiego con calma mentre mi stravolgo.
  • Poi torno alla mia vita d’ogni giorno.
  • 20 novembre 1994

Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 80 follower

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.