Archivio per febbraio 2019

Populismo progressivo. Una riflessione sulla crisi della democrazia europea

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Populismo progressivo. Una riflessione sulla crisi della democrazia europea di Pasquale Serra. Rivendicando la propria essenza intimamente nazional-popolare, il populismo latinoamericano rappresenta, oggi, un punto di riferimento ineludibile per l’Europa e per il suo pensiero politico. Muovendo dalla contrapposizione di Gino Germani tra fascismo europeo e populismo argentino, Serra scorge nei movimenti nazionalpopolari che animano la vita politica latinoamericana materiali fondamentali per tematizzare la drammatica crisi della rappresentanza democratica europea e per pensare una via d’uscita “progressiva” a tale crisi. Analizzando il dibattito argentino su Gramsci e le originali posizioni di Ernesto Laclau, l’autore ci fa capire come sorga dal cuore stesso della crisi europea l’esigenza di comprendere il populismo sudamericano, e di confrontarsi criticamente con esso.

Progresso populismo modernismo
processa autoritaria mediazione
variando depressioni gradazioni
opposte divergenti quasi inverse.

La crisi predispone autonomia
inversa fracassante svincolante
che cambia modernizza disinforma
autoritariamente disponendo.

La marginalità modificante
mortifica le voglie contro-voglie
disfacendo nell’ultra inaspettato
le smanie le pretese le passioni.
12 febbraio 2019

L’ algoritmo al potere. Vita quotidiana ai tempi di Google

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’algoritmo al potere. Vita quotidiana ai tempi di Google di Francesco Antinucci. È un’idea molto diffusa oggi che la tecnologia sia il motore e anche la guida dello sviluppo, che progredisca secondo i suoi disegni e determini con le sue ricadute gran parte delle nostre vite. Nulla è più lontano dalla realtà. Innanzi-tutto perché molte volte il puro e semplice caso gioca in questi processi un ruolo determinante: quasi mai le innovazioni più importanti – dal treno, alla radio, a Internet – sono state generate per lo scopo per il quale hanno poi avuto fortuna. Spesso gli stessi protagonisti non sanno quello che stanno facendo, come nel caso di Google, responsabile simultaneamente del più grande successo e del più grande insuccesso degli ultimi dieci anni. E infine a volte sono proprio le cosiddette ricadute a costituire l’innovazione, come mostra lo straordinario fenomeno del social networking. In queste condizioni conviene, allora, raccontare storie, storie vere, piuttosto che cercare di teorizzare: si capisce di più e meglio. È quanto fa questo libro con Google, Netflix,YouTube, Wikipedia e altro ancora.

Trovare i propri limiti e gli abbagli
del proprio andare insieme poesia
un finale rintocco da commedia
che chiuda la tragedia avanti oltre.

La follia che continua che persiste
non dentro fuori obliterando gli altri
bisogna con pazienza acclimatare
vecchia e nuova diversa da guarire.

Quante cose da fare oltre le leggi
del tempo e dello spazio che imperversa
piano adagio con calma dire e fare
nel limite possibile svagando.
9 febbraio 2019

La felicità della ricerca. Le neuroscienze per stare bene

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La felicità della ricerca. Le neuroscienze per stare bene di Shimon Edelman. La ricerca della felicità è da secoli un mantra per filosofi e letterati. Lo psicologo Shimon Edelman, partendo dall’immagine della mente come macchina complessa e stratificata che accumula sempre nuove esperienze, inverte gli elementi della formula per dimostrare che la felicità non sta tanto nel raggiungimento di un particolare stato esistenziale, quanto nell’incessante processo di crescita di tutti noi. Letteratura e filosofia fanno da ideale contrappunto, nelle pagine di Edelman, al ritratto della nostra mente disegnato in questi anni da scansioni e imaging cerebrali. “La felicità della ricerca” è un connubio tra rigore scientifico e approccio poetico e visionario; l’ultima, definitiva prova che oggi le neuroscienze sono in grado di offrire un importante contributo alla comprensione di noi stessi e della nostra vita.

Un po’ saltabeccando ho leggiucchiato
la storia dei neutrini cacciatori
nell’ultra immaginario dispiegato
incalcolabilmente segretata.

Su miliardi di anni avanti e indietro
storicizza le scienze precisando
un sapere avvenente da chiarire
per moltissimi anni intrappolato.

Intuire capire elucubrare
i misteri del vivere universo
esibendo l’esistere intrapreso
è un piacere dovere da accettare.
9 febbraio 2019


Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Twitter – orettapoesia

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 138 follower

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.