Archivio per ottobre 2018

Indaffarati

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Indaffarati di Filippo la Porta. Nel mondo nuovo ognuno di noi è “indaffarato”: sia nell’ansioso tentativo di restare sempre connesso sia nel condividere, nello scambiarsi qualcosa. La cultura umanistica, ridotta a materia per specialisti e tradita da se stessa per aver giustificato la barbarie, interroga oggi la nostra concreta esistenza. La tradizione può tornare a parlare. Le sue parole, scritte sui muri della metropolitana e nello spazio immateriale della Rete, invocano di essere messe alla prova. Le nuove generazioni leggono poco, appaiono smemorate, fanno troppe cose simultaneamente e sono meno abili a manipolare la lingua, però chiedono alle idee di incarnarsi in pratiche di vita (altrimenti non vi si appassionano), e tentano di rideclinare il concetto di intelligenza (come coerenza tra ciò che uno dice e ciò che uno fa) e quello di impegno (legandolo al quotidiano, non all’ideologia). E almeno nelle minoranze più attive l’etica vissuta prevale sul “culturalismo” e sul sapere libresco, l’umanità tangibile su un umanesimo disincarnato, l’esempio concreto sulle idee astratte.

LA TRADIZIONE DELLA VITA
Fare del proprio meglio e andare avanti
nell’oltre che continua a variegare
limitando al possibile gli intoppi
del troppo che bisogna fronteggiare.

La tradizione della vita è un’arte
acculturata da capire e amare
evitando gli ingorghi e le mattanze
le voglie incomprensibili e gli sfizi.

Con sempre poca gente e nuovi libri
adagio con pazienza cerco credo
dimentico ricordo mi affaccendo
nel meglio che mi riesce a riassestare.
26 ottobre 2018

Vie spirituali e filosofiche della Cina

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vie spirituali e filosofiche della Cina di Ch’u Chai, Winberg Chai. Tempo progressivo, uomo come soggetto, rapporto lineare causa effetto. Sono concetti e parole che nemmeno esistono nella lingua cinese. Una lingua e una cultura che parlano piuttosto di tempo come ciclo, di fatto come processo, di uomo come microcosmo di forze. Da Confucio a Han Fei Tze, questo libro è un cammino lungo le vie di una spiritualità alta e armonica che non smette di affascinare l’indaffarato Occidente. Una storia rigorosa, un racconto da seguire in
tutte le pieghe dell’essere.

CON PAZIENZA CORAGGIO
Il tempo trapassato vecchie voglie
mi aiuta nei ricordi dissennati
che ritrovo negli altri amici cari
impegnati nell’oltre sorpassato.

I ricordi di Marco ordinatore
mi avallano l’andare perseguito
che serve a rinverdire la speranza
uscendo dall’inverso disperante.

La vita che va avanti mi districa
le memorie passate da avallare
con pazienza coraggio buona fede
per incontri piaceri discrepanze.
19 ottobre 2018

L’arte di andare a passeggio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’arte di andare a passeggio Di Franz Hessel. Amico di Walter Benjamin, Franz Hessel fu al centro della vita culturale berlinese e parigina tra gli anni Venti e Quaranta. Personaggio schivo e discreto, Hessel è oggi considerato come uno dei maestri della forma breve, in cui condensa una raffinata abilità narrativa carica di suggestioni simboliche e filosofiche. “L’arte di andare a passeggio” contiene prose tratte da diverse raccolte, a coprire un arco temporale che va dal 1926 al 1933. Spesso concepiti come fiabe moderne, talvolta costruiti come passeggiate – al tempo stesso reali e metaforiche – per le vie di Parigi o di Berlino, questi testi offrono un quadro completo della poetica di Hessel, che da Baudelaire ha raccolto il testimone dell’arte della flânerie contaminandola con l’influenza della Recherche di Proust. Sacrificato dal nazismo in quanto ebreo e dimenticato nel dopoguerra, Franz Hessel è stato lentamente riscoperto in Francia e Germania che oggi lo celebra come uno dei suoi maestri; in Italia l’autore è ancora semisconosciuto ed è per questa ragione che Elliot ha deciso di riproporre al pubblico dei lettori una nuova edizione di questa splendida raccolta di suoi scritti, che così descrisse Benjamin: «Ognuno ha un doppio fondo. Se si apre il coperchio superiore – una morale; se all’improvviso si capovolge il barattolo – una verità.

PASSEGGIARE PENSANDO
Passeggiare pensando è necessario
per vivere campando le varianze
che l’arte dell’esistere profonde
con incrementi e con ripiegamenti.

I poteri le voglie le occasioni
bisogna riconoscere e plasmare
nel meglio del possibile foggiando
gli eventi subissati emancipati.

La mia vita complessa e variegata
coi libri coi ricordi le avventure
passate trapassate ridondate
nell’oltre sorpassato si continua.
21 ottobre 2018


Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 135 follower

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.