Archivio per giugno 2017



ECOANTROPOLOGIA

Ho letto spesso scorrendo: “ECOANTROPOLOGIA – Dall’ingerenza ecologica alla svolta etico-culturale” di Vittorio Lanternari. “Gli studi di ecologia rivelano sistematicamente il proprio legame con aspetti pertinenti alle più varie discipline collaterali, quali l’etnologia, la storia, la teoria antropologica, la filosofia, la nuova etica transgenerazionale, la bioetica, l’epistemologia e i nuovi «diritti animali». Il volume offre l’intera ricchezza di tali intrecci interdisciplinari, rivelando tuttavia la più ricca ed eterogenea convergenza di interessi proprio nel campo della religione vista nelle più svariate combinazioni: dal «neo-paganesimo» generico, o anche intrecciato con l’ecofemminismo, o con lo sciamanesimo di livello etnologico ai recentissimi movimenti ecologisti di aperta impronta cristiana. Il libro, operando su base rigorosamente laica, si apre con pieno rispetto verso tutte le direzioni impegnate in senso ecologico-religioso; ma in esso si sottolinea soprattutto quel rapporto ancora insanabile e scandalosamente dominante di un neocolonialismo sempre più insidioso e «biopiratesco» così come lo denuncia Vandana Shiva, la valorosa eroina dell’ecologismo indù. Si tratta di un tema fondamentale documentato da un’ampia rassegna di episodi, conflitti e drammatiche sopraffazioni perpetrate dalla civiltà occidentale nei confronti delle società periferiche sottosviluppate: alcuni esempi sono la rivolta dei cacciatori di balene islandesi, la mobilitazione delle donne indiane in difesa delle foreste e il conflitto di Seattle contro la globalizzazione ambigua dei cibi transgenici.”

  • .
  • Fare del proprio meglio con pazienza
  • senza pensare al dopo come quanto
  • il mondo che continua corre avanti
  • e rincorre il passato convertibile.
  • .
  • Avere i propri limiti e doveri
  • minuscoli complessi ma fattibili
  • esistere con gli altri e con le altre
  • mescolando gli aiuti propri e altrui.
  • .
  • Svisare i propri errori e stare quieti
  • convergendo cambiando divergendo
  • mescolando acchiappando rilasciando
  • nel proprio quasi nulla rimanendo.
  • 26 giugno 2017

NON AVRAI ALTRO DIO ALL’INFUORI DI TE

Ho letto: “NON AVRAI ALTRO DIO ALL’INFUORI DI TE – Siamo tutti Manuel Fantoni” di Chiara Lalli. “Volete scoprire se siete mitomani? Cominciate da questo facile test. È sempre colpa di qualcun altro? Avete sempre ragione? Mettete il muso e siete rancorosi? Il film che volete andare a vedere è sempre migliore di quello che vorrebbero vedere gli altri? Nessuno è abbastanza bravo, tranne voi? Non ascoltate gli altri? Tanto, che cosa avranno mai da dire? E sempre il vostro compleanno? Nessuno è abbastanza affidabile e professionale per voi? Siete ossessionati da quello che gli altri pensano di voi e volete avere il controllo di tutto, dalla suoneria del cellulare alla pace nel mondo? Cambiate discorso quando qualcuno vi critica? Se muore qualcuno o c’è un terremoto non pensate che alle conseguenze che potrebbe avere per voi? Passate dal sentirvi Napoleone al singhiozzare in un angolo, consci della vostra irrilevanza? Usate molti filtri quando vi fate i selfie? Se avete risposto “sì” a più di 5 domande, cominciate a preoccuparvi. Con un’introduzione di Carlo Verdone.”

  • Internet meraviglia confusione
  • bisogna limitare il proprio esistere
  • nel nuovo che rimbalza e trasgredisce
  • nel moltissimo troppo mal capibile.
  • .
  • Cercare di evitare scansamenti
  • improvvidi eccessivi virulenti
  • pur seguitando a confutare i modi
  • di un uso apocalittico perverso.
  • .
  • Consigliare aiutare estrapolare
  • le molte imprese sorpassate inverse
  • evitare i disguidi e le ingiunzione
  • piano piano pochissimo virando.
  • 25 giugno 2017

MISSIONE GRANDE BELLEZZA

Ho letto: “MISSIONE GRANDE BELLEZZA – Gli eroi e le eroine che salvaronoi capolavori italiani saccheggiati da Napoleone e da Hitler” di ALESSANDRO MARZO MAGNO. “Il cardinale Federico Borromeo, fondatore della Pinacoteca Ambrosiana, nel 1613 commissiona a Jan Brueghel il Vecchio (figlio di Pieter, capostipite della dinastia Brueghel) le Allegorie dei quattro elementi. Quei quadri nel 1796 piacciono tanto al commissario francese Jacques-Pierre Tinet che li manda al Louvre, assieme a molte altre cose (il Codice Atlantico di Leonardo da Vinci, tanto per dire). Nel 1815, con il Congresso di Vienna, ne tornano a Milano soltanto due, Il fuoco e L’acqua, mentre il commissario austriaco Giuseppe Rosa (al tempo il Lombardo-Veneto, del quale Milano è capitale, appartiene all’Austria) decide di lasciare a Parigi L’aria e La terra (sotto) per compiacere re Luigi XVIII restaurato dalle potenze antinapoleoniche. Nel 2012 i quadri sono stati temporaneamente riuniti per una mostra.”

  • C’è molta confusione dire e fare
  • tra noi sette miliardi sulla terra
  • la tecnica misura bello e giusto
  • si ribalta confonde si squaderna.
  • .
  • Non voglio guardar oltre avvalorando
  • il passato trascorso trasformato
  • ma nel poco possibile aiutare
  • nei miei limiti adagio l’oltre andare.
  • .
  • Con sempre meno numeri sto quieta
  • nel sempre quasi uguale aggiornamento
  • non rifuggo l’inverso né il diverso
  • che uguaglia l’impossibile so tutto.
  • 24 giugno 2017

Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Unisciti ad altri 156 follower

Archivio

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.