Archivio per novembre 2016



IL DONO DEL SILENZIO

Ho letto: “IL DONO DEL SILENZIO” di Thich Nhat Hanh. “Viviamo alla continua ricerca della felicità, e nella corsa senza sosta per raggiungerla non ci accorgiamo delle straordinarie meraviglie di cui è già ricco il mondo attorno a noi. Ogni giorno, ogni ora, ogni istante la bellezza ci chiama, ma raramente ci poniamo in ascolto. Perché per avvertire la sua voce e poterle rispondere è necessaria una condizione divenuta rara: il silenzio. In questo piccolo libro, il monaco buddhista Thich Nhat Hanh ci mostra il percorso da intraprendere per superare la gabbia di rumore che ci circonda privandoci della libertà, e ci indica un sentiero di pace tra i luoghi più confusi e caotici della nostra mente. “Il dono del silenzio” ci permette così di ristabilire, dentro di noi, quell’ordine e quella serenità in grado di farci guardare in profondo ciò che ci circonda, per comprendere chi siamo realmente e cosa davvero vogliamo dalla nostra vita.”

  • La paura mal fare poetessa
  • mi assilla nel profondo e mi perseguita.
  • Il dono della sintesi ritmata
  • lo devo perpetuare non nascondere.
  • Dissodar l’ignoranza presuntuosa
  • la politica abbaglio mal costume
  • con passione coraggio buona fede
  • e voglia di riuscire andando avanti.
  • 2010

SAMARCANDA

Ho letto spesso scorrendo: “SAMARCANDA – Un sogno color turchese” di Franco Cardini. “Nessuna città ha un nome così evocativo: appena lo pronunci l’Oriente t’assale. Samarcanda è l’estrema tra le Alessandrie fondate dal re macedone; è la città delle fortezze e dei sepolcri; è il nodo carovaniero sulla Via della Seta, il maggior raccordo commerciale di terra fra Cina ed Europa; è la sede del Gur-Amir, tempio e santuario, centro del mondo dalla cupola turchese sotto la quale il grande Tamerlano dorme per sempre. Parla una lingua in cui coesistono e si contrappongono tre alfabeti – cirillico, latino, arabo – come specchio della lotta tra chi ancora guarda al vecchio colonizzatore russo, chi sostiene l’islamizzazione e chi vorrebbe giocare sino in fondo la carta dell’occidente.”

  • Non credere alla morte ma saperla
  • e ricordare gli anni nel cammino
  • per la scelta dei limiti al volere
  • del soffrire decidere donare.
  • L’estetica del corpo è un malaffare
  • se non gioca col bello dello scrivere
  • ed impegna salute tempo spazio
  • fuori genere e luogo oltre misura.
  • Il dono poesia gli amici il senso
  • del proprio andare e fare comprensibile
  • non bisogna distorcere al destino
  • deviando dall’età la propria storia.
  • 2007

Crimini letterari

Ho letto: “Crimini letterari” di Charles Nodier. “Il libro esce nel 2010. Il testo originale è del 1812. Nell’Avvertenza a pagina 9, il traduttore – in compagnia di altre due sigle, due tizi che fanno i misteriosi – spiega che «la Repubblica delle lettere è fatta soprattutto di criminali, perché anche il più originale degli autori ruba: fa man bassa dell’immaginario condiviso e se ne appropria, riscrive sempre ciò che non ricorda più di aver letto, ridice sempre ciò che non ricorda più di aver udito, dispone dell’altrui come se fosse suo. Ed è suo, ma non gli appartiene». Poi, dopo questa cortese premessa, ci viene svelato che l’autore – Charles Nodier – aveva la stessa pessima abitudine di cui va cianciando in queste 98 pagine: «Sarebbe sufficiente ricordare come la sua ispirazione, sin dagli esordi letterari, indulga spesso nel ricalcare modi e temi dei suoi scrittori preferiti» Crimini letterari è un libro piccino e noioso, ma pedante rende meglio l’idea. Probabilmente la colpa è dell’età. Ammetto senza problemi d’essere poco adatta a leggere saggi che ti spiattellano, uno via l’altro, Platone, Virgilio, Corneille, Racine e Fénelon.”

  • La poesia civile senza nomi
  • dell’alludere eludere lagnandosi
  • è impegno senza rischio che rimastica
  • cieca e sorda il silenzio del non dire.
  • 1998

Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Twitter – orettapoesia

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Segui assieme ad altri 150 follower

Archivio

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.