Anatomie

Ho letto un po’ scorrendo: “Anatomie – Storia culturale del corpo umano” di Hugh Aldersey- Williams. “Perché presso diverse culture è il fegato, e non il cuore, la sede della vita spirituale e affettiva dell’uomo? Possiamo non essere “legalmente” proprietari del nostro corpo? Monna Lisa non ha le sopracciglia e noi non lo notiamo: com’è possibile? Gli universi culturali e simbolici del corpo umano sono infiniti, sempre diversi nel corso della storia dell’umanità. In questo libro Aldersey-Williams ne traccia un ritratto sorprendente, ricco di scoperte e clamorose smentite, soffermandosi su significati e caratteri attribuiti alle sue parti e ai suoi organi: dagli studi di Leonardo sull’armonia delle proporzioni alla presunta purezza del sangue e della razza, dal cannibalismo alla simbologia dello scheletro, da Frankenstein ai robot umanoidi, dai crani rimpiccioliti di alcune tribù amazzoniche al cervello di Einstein, conservato a Princeton e studiato ancora oggi per scoprire il segreto del suo genio. Con scarsi risultati, a dir la verità: notizie bomba sui modi in cui la genialità si manifesta nel corpo fisico per ora non ci sono arrivate. Familiare eppure misterioso, il nostro corpo ha da dirci su noi stessi molto più di quanto immaginiamo.

  • Europa vecchie usanze, Europa patria,
  • antiquata retrograda umanista,
  • che lotta perché l’uomo non sia merce
  • rifiutando i brevetti in medicina
  • e rischia se persiste di lasciare
  • il primo mondo giù precipitando
  • nel terzo mondo, fuori dai mercati
  • della democrazia del consumismo,
  • diventando colonia del Giappone
  • e degli Stati Uniti, senza fisime,
  • che vogliono denaro dal denaro
  • investito per farmaci e salute
  • propaganda statistiche efficienza
  • progetti esperimenti nuove tecniche
  • con animali cavia e cavie umane
  • e medici inseriti nel commercio
  • trascinati in processi da pazienti
  • divenuti clienti inferociti
  • Europa vecchie usanze, Europa patria,
  • antiquata retrograda umanista
  • capace di fermarsi e dire basta
  • alla concitazione del progresso.
  • 1994

0 Responses to “Anatomie”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...




Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Unisciti ad altri 156 follower

Archivio

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: