Archivio per agosto 2013



Mi sento così illogica e stranita

Ho letto: “Una apologia degli oziosi” di R. L. Stevenson. “Un dio mi donò questi ozi” verseggiò Virgilio deificando Augusto; io li ereditai dal fratello maggiore del mio nonno materno, che si chiamava Luigi come suo nonno.

  • Mi sento così illogica e stranita
  • mentre vado cammino scrivo idee
  • tutto diverso uguale sconquassato
  • morte e vita prosciolta scapigliata

Quante cose diverse ancora uguali

Ho letto: “Il realismo è l’impossibile” di Walter Siti. “Scoprire che cosa è vero e che cosa verosimile, che cosa è realistico e che cosa è solo noiosamente corretto, che cosa risulta voyeurismo stereotipato e che cosa invece palpitante esposizione biografica. Nella vita come nella sua narrazione. Farlo in un percorso netto attraverso la storia della letteratura, con citazioni, aneddoti e camei critici, dai mistici a Woody Allen, da Plinio il Vecchio a Vladimir Nabokov. Questo è il breve ma denso saggio di Walter Siti, che lui stesso ha definito “bieca ammissione di poetica”.

  • Quante cose diverse ancora uguali
  • quanti uccelli pochissimi malnati
  • non guardare il futuro nel passato
  • cercar di accontentare il futuribile.

Mi voglio coordinare per riuscire

Ho letto: “Conquista dell’abbondanza – Storie dello scontro fra astrazione r ricchezza dell’essere” di Paul Feyerabend. “Senofane scacciò le divinità di Omero per far posto a un Dio mostruoso. Platone non ebbe scrupolo di “corteggiare i tiranni” per imporre le sue “idee”… Non minore fu però la violenza con cui ritagliarono il proprio mondo altre pratiche, dalla scienza all’arte, dall’economia al diritto. Certo, neppure riusciremmo a vivere se ci lasciassimo incantare dall’abbondanza del reale. E tuttavia la sua conquista si è tramutata in un sistematico saccheggio che ha fatto delle nostre esistenze una Terra Desolata. Mostrare “come gli specialisti e le persone comuni abbiano ridotto l’abbondanza che li confonde” e come noi astraiamo dall’esperienza e riduciamo il mondo a formule che modellano il nostro senso della realtà è l’obiettivo di questo volume.”

  • Mi voglio coordinare per riuscire
  • a dare la speranza per qualcuno
  • perduto senza voglia né piacere
  • vagolante nel nulla mal sospiro

Poesie d’autore online

Benvenuti nel nuovo blog di Poesie d'autore redatto da Oretta Dalle Ore, che scrive poesie da mezzo secolo, è in internet dal 1996 ed editrice dal 2003. Oretta ha recitato poesie con successo in Svezia, Iran e Germania.

Scrivete a oretta@oretta.it

Oretta pubblica anche un blog di poesie tradotte in inglese.

Potete anche accedere al vecchio blog.

Buona lettura!

Categorie

Potete ricevere aggiornamenti al sito automaticamente. Inserite il vostro indirizzo email (e si può cancellare in qualsiasi momento).

Unisciti ad altri 156 follower

Archivio

Wordpress
Amministra il sito

Poesie Oretta
Poesie scritte da Oretta Dalle Ore
© Copyright 2003 - 2009
Tutti i diritti riservati.